Torna alla panoramica

Reporting inline XBRL : domande, risposte, soluzioni

XBRL, iXBRL, Tassonomia & Etichettatura (Tagging): Questo è ciò che le aziende devono sapere sul nuovo formato di reporting XBRL. FAQ & soluzioni per voi in un riassunto compatto.

Giuseppe Gaiotti Giuseppe Gaiotti

    Sicuramente avete già incontrato le abbreviazioni XBRL o iXBRL. Se la vostra azienda è quotata in un mercato regolamentato dall’UE, avrete anche familiarità con l’etichettatura e la tassonomia.. Tutti questi termini sono associati al “European Single Electronic Format” (ESEF): il nuovo formato di reporting uniforme dell’UE, che mira a garantire una migliore comparabilità e una maggiore trasparenza. Qui potete trovare ulteriori informazioni sul contesto politico.

    Foglio informativo dell’ESEF

    Abbiamo riassunto i fatti più importanti su ESEF.

    iXBRL: Il nuovo linguaggio di markup diventa obbligatorio

    L’ESEF è in vigore dal 1° gennaio 2020. Gli emittenti dei mercati regolamentati dall’UE e le società dello Spazio Economico Europeo sono quindi obbligati a convertire i loro bilanci consolidati in un linguaggio XML, il “inline eXtensible Business Reporting Language” (iXBRL), un miglioramento del linguaggio di markup XBRL. Tutte i valori e le informazioni del bilancio sono forniti con un’etichetta standardizzata (tag). Questi tag seguono una tassonomia IFRS chiaramente definita, presentata nel linguaggio iXBRL.Ciò consente ai sistemi informatici di leggere il bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato in modo completamente automatico e di elaborare ulteriormente le informazioni. A tal fine viene fornita una tassonomia completa XBRL. Inoltre, questo formato può essere aperto in qualsiasi browser standard e visualizzato come un sito web. In questo modo, potete progettare e preparare il rapporto finanziario XHTML come un file PDF stampato secondo i vostri desideri.

    Per ottenere la desiderata comparabilità dei rapporti finanziari, il regolamento dell’ESEF ne specifica il campo di applicazione fino alla linea. Poiché i contenuti della riga sono chiaramente definiti, i revisori non devono più occuparsi delle diverse definizioni di alcune figure chiave.

    Etichettatura iXBRL / XBRL : Soluzione interna rispetto al fornitore di servizi

    L’attuazione del regolamento ESEF richiede uno sforzo considerevole. Ciò dipende in particolare dal fatto che voi stessi implementiate L‘etichettatura XBRL/iXBRL ecc. o che incarichiate un fornitore di servizi di farlo.

    Se si decide per una soluzione interna per l’etichettatura XBRL, i costi iniziali sono notevolmente più elevati. Dovrete prima di tutto investire in un software corrispondente, nei relativi adattamenti di sistema e probabilmente nell’ampliamento delle vostre risorse di personale nei rapporti di contabilità/investimento. Una volta che tutto è stato implementato, i requisiti possono essere implementati in modo semiautomatico, riducendo così in modo significativo lo sforzo manuale e le fonti di errore. È importante, tuttavia, che prendiate questa decisione nel contesto del gruppo, se necessario!

    La tassonomia dell’ESEF si basa sulla tassonomia IFRS della Fondazione IFRS. Tuttavia, si basa sullo status giuridico approvato dalla Commissione Europea. L’esperienza con la tassonomia IFRS dimostra che sono attesi frequenti cambiamenti e aggiunte. Dovete assicurarvi che la tassonomia e gli standard tecnici siano sempre aggiornati e che le innovazioni a tutti i livelli siano incorporate nel vostro sistema contabile. Questo sforzo non è probabilmente accessibile senza manodopera supplementare.

    Assumendo un fornitore di servizi ESEF si esternalizza questo rischio. Inoltre, l’investimento iniziale e i costi aggiuntivi per la contabilità, l’informatica e le relazioni con gli investitori sono inferiori. I costi sono calcolati per rapporto. Si mantiene anche il pieno controllo sulla conversione e l’etichettatura.

    Il servizio XBRL/iXBRL di EQS Group: Vi togliamo il lavoro dalle mani

    Soddisfare i nuovi requisiti dell’ESMA in modo semplice, comodo e veloce in meno di 24 ore!

    Saperne di piú
    Giuseppe Gaiotti
    Giuseppe Gaiotti

    Head of Client Services – EQS Group | Giuseppe è responsabile del mercato italiano. Ha sede nella nostra sede di Londra.

    Contatto